Print

Risonanza Magnetica

  • Created
    Mercoledì, 24 Ottobre 2012
  • Created by
    Gianluca Amadore
  • Last modified
    Lunedì, 11 Dicembre 2017
  • Revised by
    Gianluca Amadore
  • Voting
    (1 vote)
  • Favourites

La Risonanza Magnetica (RM) è una metodica diagnostica non invasiva e sicura che fornisce immagini di alta qualità di organi o di strutture corporee mediante l'utilizzo di campi magnetici.
Le radiofrequenze, onde elettromagnetiche a bassa frequenza, vengono fatte interagire con gli atomi di idrogeno, elementi primari di cui sono costituiti i tessuti. Al momento dell'esame, in assenza di controindicazioni, il paziente viene collocato all'interno di un grosso tubo, il magnete, e una volta posizionato, viene avviata la trasmissione delle radiofrequenze.
Possono essere effettuati studi basali o dopo somministrazione di specifici mezzi di contrasto (mdc).
Le forme di energia utilizzate sono del tutto prive di effetti collaterali; infatti, rispetto ad altre metodiche radiologiche, come la TC, la RM non utilizza radiazioni.
Le apparecchiature di Risonanza Magnetica sono andate incontro negli ultimi anni ad un rapido sviluppo tecnologico, che ha consentito un notevole ampliamento delle possibilità diagnostiche con esecuzione di esami completi in tempi significativamente ridotti.
La Risonanza Magnetica oggi trova così applicazione alternativa ad esami più invasivi e si propone ormai in molti studi come indagine dotata di maggiore accuratezza diagnostica. Tuttavia trattandosi di indagine costosa e dispendiosa anche in termini di tempo è preferibile riservare tale metodica in casi di effettiva necessità, facendo riferimento a percorsi diagnostici riportati in linee guida nazionali ed internazionali.

Nel nostro servizio, attivo dalle ore 8.00 alle 20.00, vengono eseguiti esami destinati a pazienti interni ed esterni.
Qualsiasi esame viene condotto, previo consenso informato da parte del paziente, dopo valutazione delle eventuali controindicazioni all'esposizione a campo magnetico ed alla somministrazione di mezzo di contrasto.
Le richieste vengono formulate dai medici di famiglia e dagli specialisti dei reparti o ambulatori afferenti alla radiologia.